BATSWEB Home > Scienza e Cultura > Tempo e calendari > Calendario > Calendario cinese

IL TEMPO E I CALENDARI

Il calendario cinese

L'antico Calendario cinese, che secondo la tradizione fu inventato nel 2637 a.C., un calendario lunisolare ed composto da anni comuni di 353, 354 o 355 giorni suddivisi in 12 mesi e da anni embolismici, di 383, 384 o 385 giorni suddivisi in 13 mesi. Ad ogni anno, che fa parte di un ciclo di 60 anni e che venina contato dall'ascesa al trono dell'imperatore, assegnato un nome composto da due parti: una radice celeste non traducibile (jia, yi, bing, ding, wu, ji, geng, xin, ren, gui) e un ramo terrestre con uno dei seguenti 12 termini: zi (topo), chou (bue), yin (tigre), mao (coniglio), chen (drago), si (serpente), wu (cavallo), wei (pecora), shen (scimmia), you (gallo), xu (cane), hai (maiale).

L'inizio di ogni mese avviene con la luna nuova sulle coste orientali della Cina e ogni mese determinato da un numero che corrisponde al termine principale (che parte da 0 e aumenta di 1 per ogni spostamento del Sole di 30; 2 corrisponde all'equinozio di primavera e 11 al solstizio d'inverno). Se tra un solstizio d'inverno e il successivo ci sono 13 lune piene l'anno seguente diventa di 13 mesi. Il capodanno cinese (Hsin Nien) dura quattro giorni e cade quando inizia il mese numero 1, verificandosi tra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano.

La storia del calendario


Torna ad inizio Pagina IL TEMPO E I CALENDARI Ritorna alla Home Page